Una crisi mal gestita: Berlusconi a fine corsa?

In tempi non sospetti, il 26 maggio 2009 scrivevo in occasione della vicenda Noemi Letizia che Silvio Berlusconi si trovava a fronteggiare una delle più serie situazioni di crisi: quella indotta dal suo smisurato ego e dalla sua dichiarata passione per le donne.

Silvio Berlusconi, Emilio Fede, Lele Mora e le altre

Indicavo in quella data 3 principi fondamentali del crisis management: credibilità, sostenibilità, coerenza. In un post successivo sottolineavo la differenza tra “spinning” (utilizzato dal nostro Presidente del Consiglio) e “crisis management” mettendo in evidenza altri importanti principi fondamentali di una corretta gestione di crisi. Tra questi la necessità di modificare i propri comportamenti.

Le vicende degli ultimi giorni dimostrano in maniera inequivocabile che lo “spinning” è una tattica di breve termine che non può essere utilizzata per gestire efficacemente una crisi complessa. Ed è nel contesto dello spinning che dobbiamo leggere anche l’ultimo goffo sforzo del Presidente del Consiglio di “intestarsi” un rapporto affettivo stabile nel tentativo di negare quello che nella percezione di tutti è ormai già realtà.

La parabola di Silvio Berlusconi sembra quindi – il condizionale conoscendo il personaggio è d’obbligo – essere giunta al termine. La strategia di gestione di crisi da lui architettata nel corso degli ultimi 18 mesi insieme ai suoi avvocati, e presumibilmente anche ai suoi consulenti di comunicazione, si  è dimostrata fallimentare. Silvio Berlusconi uscirà da questa vicenda con reputazione e credibilità distrutti.

Annunci

3 risposte a “Una crisi mal gestita: Berlusconi a fine corsa?

  1. Ottima analisi quella di Patrick. Però ho dei dubbi (non sul fatto che ha – ulteriormente – pregiudicato la sua reputazione, ma che sia a fine corsa…..). Nell’eccezionale Citizen Berlusconi di Alexander Stille, si fa l’elenco delle volte in cui varie fonti, pure autorevoli, dissero per Berlusconi “è finita”, e si analizza anche il fenomeno del come sia possibile che il personaggio continui ad ottenere tali quantità di voti…..

  2. Conoscendo il personaggio punto di domanda e condizionale sono d’obbligo. Secondo Pagnoncelli citato ieri sera a Ballarò Berlusconi avrebbe perso solo l’1% dei consensi a seguito del “caso Ruby”. Sempre secondo Pagnoncelli questo perché non vi è nulla di nuovo e della vicenda si è abbondantemente parlato negli ultimi mesi.

    Lascio le previsioni sul futuro del Cavaliere a persone più qualificate del sottoscritto. Certo è che la vicenda, che come abbiamo visto sembra non aver impattato la sua popolarità – almeno ad oggi – in Italia, avrà invece serie conseguenze a livello internazionale. In queste condizioni il Cavaliere infatti non può più essere considerato un interlocutore serio ed affidabile.

  3. Pingback: “Spinning”: un mio commento sul sito FERPI | Sitting Duck

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...